Alonso: "Sognavo questa finale"

Il pilota spagnolo della Ferrari ammette: "Da 13 anni sono più in Italia che in Spagna, non potevo sperare in una conclusione migliore per Euro 2012".

 
Tutto su:  

Articoli Correlati

Italia, magra consolazione
Italia, magra consolazione
La Nazionale di Prandelli ancora ferita dopo la sconfitta nella finale di Euro 2012, ma pu sorridere per il ritorno nella top ten del ranking Fifa.

Chiellini:  Mi spiace, c' ancora amarezza
Chiellini: "Mi spiace, c' ancora amarezza"
Il difensore azzurro, su twitter: "Era la partita pi importante della mia carriera, mi spiace non aver potuto dare il meglio".

Brasile 2014, l'Italia che verr
Brasile 2014, l'Italia che verr
Ogbonna, Verratti, Destro, Gabbiadini, El Shaarawy, tra due anni, ai Mondiali, il CT Prandelli potr contare su tanti giovani di qualit.

Alonso: Sognavo questa finale - Il pilota spagnolo della Ferrari ammette: Da 13 anni sono più in Italia che in Spagna, non potevo sperare in una conclusione migliore per Euro 2012.
Notizia del 30 Giugno 2012 - 9:44

La finale di Euro 2012 di domenica sera, che vedrà opposte Italia e Spagna, avrà un tifoso d'eccellenza che forse più degli altri palpiterà per le due Nazionali che si affronteranno a Kiev. Si tratta di Fernando Alonso, il pilota di Formula 1 orgogliosissimo della sua nazionalità spagnolo ma molto legato anche alla piazza italiana, grazie alla sua permanenza in Ferrari.

Il pilota di Oviedo ha affidato le sue riflessioni al sito ufficiale del 'Cavallino Rampante': ferrari.com.

"Che domenica che ci aspetta - ha scritto Alonso -! Siamo partiti con Spagna-Italia quando eravamo a Montreal per il Gran Premio del Canada e ci ritroveremo, tre settimane dopo, con la stessa partita, stavolta in finale. E’ da tredici anni ormai che passo più tempo in Italia che in Spagna e da tre sono in una squadra che rappresenta l’Italia in tutto il mondo, quindi non potevo sognare una conclusione più bella per Euro 2012. Mercoledì sera ho sofferto fino all’ultimo rigore per la mia Spagna, giovedì sera ho gioito per il successo degli Azzurri, meritatissimo".

L'asturiano si è poi improvvisato esperto di calcio: "Nessuno dava la Nazionale italiana come finalista alla vigilia e, invece, ce l’hanno fatta. Non hanno mai mollato, hanno sempre creduto nelle loro capacità e hanno dimostrato di poter essere all’altezza dei migliori. Ricordano un po' la nostra Ferrari di quest’anno, partita male, criticata, ma con le cose che sono cambiate, anche se a noi manca moltissimo all'assegnazione del titolo. Sarà dura domenica, perché l’Italia è forte. I giocatori chiave? Facile, Iniesta e Casillas per noi, Pirlo e Buffon per loro. Poi ci sono le sorprese, come Balotelli ad esempio".

Alonso ha concluso il suo intervento parlando della situazione attuale dei due Paesi: "Per noi spagnoli – ma lo stesso discorso vale per gli italiani – sarebbe fantastico vincere. Sarebbe qualcosa d’incredibile, Europei, Mondiali e poi ancora Europei, un ciclo eccezionale. E poi darebbe a tutti un motivo per sorridere in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo nel nostro Paese. L’ho detto prima, lo stesso discorso è valido anche per l’Italia. Le due nazioni che sono nell’occhio del ciclone, che sono in gravi difficoltà economiche, sono le migliori d’Europa, almeno nel calcio. Buffo, no? Una bella rivincita".

(a cura di Sportal)
1 di 1

Gironi



EUROPE CHALLENGE

Quanti gol segnerà l’Italia? Rispondi e vinci i premi in palio
SCOPRI IL CONCORSO

PCT AL 4%

Affidati alla solidità del
Gruppo Deutsche Bank
Scopri di più

Auto usate

Stai cercando l'auto dei tuoi sogni? Scoprila subito!
Cerca adesso
LIBERO SU FACEBOOK